LA CUCINA DI CASAMIA


Il calore del Messico a Milano.
Un affascinante viaggio nel tempo e nello spazio alla ricerca di piccanti (ma non solo) emozioni, da stuzzicare, gustare e - perché no? - sorseggiare!

Mattoni rossi, intonaco colorato con le calde tinte della terra e gocce di luce che piovono dall'alto, giusto per inquadrare "strappi" di affreschi raffiguranti antichi guerrieri o arcane divinità. Siamo appena entrati in un grotta maya, la "Cueva Maya", il ristorante di Milano, in cui si possono assaporare atmosfere e sapori provenienti dalle terre del lontano Messico e del sud della California.

Stiamo parlando di cucina "tex-mex", sintesi colorata delle tradizioni culinarie di un po' tutto il Centro America. A farla da padrone sono le "tortillas", focaccine di farina di granoturco e acqua, ma la cucina "tex­mex" è anche carne, fagioli, peperoncino (non onnipresente come si pensa), formaggio, riso e frutta (nelle salse, nelle insalate e nei piatti a base di carne). Poi ancora spezie e aromi: peperoncino rosso, verde e biondo, cannella, cumino e coriandolo. Tutto questo ricco mondo è stato portato fino a Milano da Giovanni Guagliardi, che lo ripropone nella sua "grotta maya" con entusiasmo contagioso. Partiamo dagli aperitivi con il classico "Margarita", alla fragola o all'ananas; la "Sangria" e la "Piñacolada", accompagnati da "chips" di mais e salse piccanti o delicate, come la "ranchera" o la "guacamole" (a base di polpa d'avocado).

Gli antipasti sono veramente imperdibili: dagli anelli di cipolla impanati e fritti alle "tortillas" farcite con formaggio e salsa guacamole, al chili con carne e pannocchie. Poi zuppe o insalate e i piatti forti della tradizione con "tacos" (carne stufata e arrotolata poi in tortillas), "burrito" (tortilla farcita con pollo o verdure) e "chimichanga" (specialità di pesce racchiusa sempre in una tortilla, coperta poi con una salsa di formaggi frisi). E per chiudere, come sempre in dolcezza, ci siamo lasciati attrarre dal budino messicano (aromatizzato con cannella e scorza di limone e arancia).

B.S. (da LA CUCINA DI CASAMIA, Marzo 2002)

 

cueva maya